L’individuazione delle categorie di lavoro prevalenti e scorporabili

Domenica 04 Marzo 2012 16:33
Stampa PDF

ROMA. L’individuazione delle categorie di lavoro da inserire nei dei bandi di gara è una delle operazioni che viene effettuata dal progettista, dopo il completamento dei computi metrici estimativi di progetto. Tale individuazione è desunta dalla stima dei lavori, per poter individuare sia la categoria prevalente dei lavori sia le categorie scorporabili e subappaltabili. L’individuazione delle categorie di lavoro, consiste nell’abbinare ai vari tipi di lavorazione con i relativi importi,  le categorie di cui all’allegato A del Regolamento al Codice dei contratti (DLgs 207/2011). Dette categorie , suddivise tra specializzate e generali, vanno evidenziate qualora sono di importo maggiore al 10% dell’importo complessivo dell’opera, ovvero di importo superiore ai 150.000 euro. La categoria prevalente, è quella di importo più elevato, tra tutte quelle di cui si compone l’intervento. Diversamente, sono scorporabili e subappaltabili tutte le altre categorie, siano esse generali o specializzate, diverse dalla categoria prevalente, talvolta anche a qualificazione obbligatoria (superspecialistiche) e che possono essere, a scelta del concorrente, anche subappaltabili chiaramente nei limiti previsti dalla legge.
fonte: Edilbuild