Taccuino

MCE 2016 || 40esima Mostra Convegno Expocomfort

FIERAMILANO, dal 15/03/2016 al 18/03/2016 Mostra Convegno Expocomfort celebra la propria quarantesima edizione confermandosi l’evento per...
Leggi tutto...

Inarcassa: al via il concorso per “rigenerare la scuola panoramica” di Riccione

Mercoledì 22 Febbraio 2017 11:30
Stampa PDF

RICCIONE. Dopo il successo ottenuto a seguito dei concorsi di progettazione indetti per la ricostruzione del “Science Centre” e per la ristrutturazione del corpo centrale dell’ex biblioteca della stazione zoologica “Anton Dhorn” di Napoli, Fondazione Inarcassa - braccio operativo sui temi della professione di Inarcassa - lancia un altro importante concorso per la realizzazione di una scuola primaria a Riccione, secondo i principi della rigenerazione urbana sostenibile. L’area - attualmente occupata dalla scuola elementare che si prevede tuttavia di demolire – consta di una superficie pari a 2.000 mq e dovrà ospitare 260 alunni. Il costo netto di realizzazione dell’opera è stimato in 2.500.000 euro e aspetti funzionali, innovativi e di sostenibilità saranno i criteri di valutazione della commissione giudicatrice. «La messa in sicurezza del territorio e degli edifici è un tema di stretta attualità, non più eludibile da parte di amministratori, costruttori e progettisti. Siamo entusiasti di contribuire a questo ambizioso progetto di edilizia scolastica e auspichiamo che possa indurre un processo virtuoso di rigenerazione urbana nel nostro Paese», commenta Andrea Tomasi, Presidente di Fondazione Inarcassa. «Anche questo bando di progettazione prevede una procedura aperta in due fasi e vi possono partecipare architetti e ingegneri residenti in uno Stato membro dell’Unione Europea, che svolgono attività libero professionale e che sono comunque abilitati all’esercizio secondo le regole in vigore nei relativi Paesi di appartenenza. Inoltre, ci tengo a precisare che, come sempre, i concorsi da noi supportati sono aperti a tutti i colleghi, anche più giovani e meno strutturati», conclude Tomasi. Al vincitore sarà infine garantito l’incarico professionale della progettazione. Nella prima fase del bando, i concorrenti, attraverso elaborazioni schematiche, evidenzieranno l’idea progettuale mentre nella seconda - da effettuarsi tra i progetti meritori selezionati nella fase precedente - verrà richiesta la stesura di un piano preliminare.
Tisma

CORRIERE DEI LAVORI PUBBLICI